Incidente ferroviario in Puglia. Se si preferisce lo shopping  e si lasciano i binari unici queste sono le conseguenze.

Mai più. Così iniziava l’intervento di qualche rappresentante del Governo dopo la tragedia avvenuta in Puglia nel 2016  che ha provocò 27 morti e cinquanta feriti.

 

Eccoci di nuovo e, per fortuna, questa volta sembra essere andata meglio per quanto riguarda i dati numerici, dieci feriti. Resta interamente la vergogna che in un Paese vi siano ancora binari unici che coprono quasi il 50% delle infrastrutture ferroviarie di collegamento.

 

Mentre si investono risorse per acquisire quote azionarie di società ferroviarie, di autobus o metropolitane delle città italiane o all’estero le reti regionali ferroviarie sono delle vere e proprie entità dove l’utente che deve esercitare il diritto alla mobilità rischia l’incolumità.

 

A quando il prossimo? (Purtroppo)

14 giugno 2017