La Settimana Confederale

Di seguito le news della settimana dal 27 novembre al 1° dicembre 2017.

 

SITUAZIONE GENERALE

 

I lavori della settimana si sono concentrati sugli sviluppi che si registravano sulla legge di stabilità. Come era stato comunicato alcuni emendamenti penalizzavano il settore dell’autotrasporto allocando delle risorse previste per il settore ad altre iniziative.

 

Oggi possiamo, con una certa sicurezza, affermare che tutti i tentativi sono stati bloccati. La conferma in tal senso è venuta nel corso della riunione tenutasi al Ministero dei trasporti mercoledì 29 e dall’approvazione con il voto di fiducia avvenuta al Senato.

 

L’incontro ha dato anche assicurazioni e conferme sui criteri della ripartizione attuati nell’anno in corso anche per il prossimo anno. Non possiamo scordare tuttavia una delle questioni di particolare importanza e che riguarda le misure ipotizzate dalla Commissione Europea. I principi della Road Alleance non possono in alcun modo essere depotenziati così come occorre con rapidità dare soluzione alla funzionalità degli uffici decentrati del Ministero.

 

Un ulteriore aspetto negativo riguarda i trasporti eccezionali per i quali non si sono registrate delle novità che, di fatto determinassero la possibilità per le imprese di poter riprendere l’operatività. Resto convinto che senza un’azione determinata passi in avanti non se ne faranno. Conftrasporto ha interessato, tramite il deputato europeo della Lega Nord on. le Angelo Ciocca, la Commissione europea perché solleciti il Governo italiano a rendere possibile la conoscenza della condizione dei manufatti  attraverso un sistema informatico adeguato, onde non penalizzare il sistema produttivo europeo. Mi rendo conto che gli operatori interessati  non vedono risolti i problemi e per questo sostengo la necessità di una azione. Ma mi convinco sempre di più quanto l’interesse su questa vicenda sia veramente tiepido da parte di altre realtà rappresentative. Il consigliere regionale  Alessandro Colucci, coinvolto, ha preso contatto con alcuni operatori per raccogliere elementi ed intervenire anche a livello regionale, in vista dell’incontro programmato.

 

Lunedì a Milano si è tenuto un convegno che ha affrontato l’argomento dei fondi europei e delle possibilità di utilizzo. Il consigliere regionale Colucci e l’onorevole Ciocca hanno illustrato le procedure da seguire e si sono dichiarati disponibili ad interventi utili per supportare le esigenze delle imprese.

 

Sono ripresi gli incontri per il rinnovo del contratto di lavoro. Nel corso dell’ultimo consiglio nazionale che si è tenuto a Cuneo domenica i presenti hanno preso atto delle evoluzioni in atto ed hanno ribadito le scelte già fatte che prevedono una verifica degli eventuali risultati che usciranno dalla trattativa. Il consiglio vuole poter esaminare i testi eventualmente definiti prima di esprimersi in modo favorevole o contrario. Questa delibera non è in alcun modo aggirabile e pertanto il consiglio è convocato “ad horas” per poter decidere nel merito, qualora le parti addivenissero ad una intesa. Le ultime notizie provenienti dal tavolo delle trattative parlano di richieste da parte dei rappresentanti dei lavoratori che comportano un incremento del costo del lavoro di circa 300 euro. Ovviamente si tratta di una richiesta irricevibile.

 

Oggi su Libero viene rilanciata l’azione a favore dell’iniziativa di formazione dei giovani che Conftrasporto, in relazione alle intese sottoscritte, sia con la Ministro Fedeli che con il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni e l’assessore Valentina Aprea, sta portando avanti. Gli ultimi dati, diffusi dal Censis, sono una conferma delle opportunità che nel mondo che si occupa dello spostamento e della consegna delle merci. Nel settore, infatti, si è registrato un incremento occupazionale dell’11,4%.

 

Alla prossima.

 

Paolo Uggè
 

01 dicembre 2017