Limiti ai TIR al Brennero, Uggè risponde a Platter: “Le bugie hanno le gambe corte: Delrio era contrario

Contingentamento dei Tir al Brennero: “Le bugie hanno le gambe corte”. Lo dice Paolo Uggè, vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto, riferendosi alle dichiarazioni del governatore tirolese Günter Platter circa una presunta posizione di assenso dell’ex ministro Delrio alle limitazioni al valico. 


“Niente di più impreciso, per usare un eufemismo - dichiara Uggè – Contrariamente a quanto sostiene Platter, l’ex ministro Delrio non si è mai dichiarato favorevole ai ‘blocchi’, affermando invece che eventuali misure si sarebbero dovute concordare fra tutte le parti in causa, e lo aveva ribadito anche nel corso del meeting del 5 febbraio scorso fra i ministri dei Trasporti dei Paesi interessati”. 


“Delrio - prosegue il vicepresidente di Conftrasporto - aveva espresso testualmente ‘profondo disappunto’ per la volontà dichiarata dall’Austria, perché (testuali parole) ‘l’ipotesi di blocchi unilaterali rischierebbe di mettere in discussione le nostre intese provocando un danno rilevante alle imprese e alle attività economiche’. Concetto ribadito a più riprese anche dalla commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc, che ha individuato nelle limitazioni una possibile violazione del principio di libera circolazione delle merci”. 


“Delle due l’una – aggiunge il vicepresidente di Conftrasporto – O ha mentito Delrio o sta mentendo Platter”.


“Auspichiamo che anche il ministro Danilo Toninelli mantenga la stessa posizione negativa sul contingentamento dei mezzi pesanti espressa dal suo predecessore e confermata dal commissario europeo, e ribadisca il principio che decisioni come questa vanno concordate fra tutti i Paesi coinvolti”, conclude Uggè.
 

04 giugno 2018