IVA SULLA PATENTE, CONFTRASPORTO: “STANGATA INACCETTABILE IL GOVERNO SCONGIURI ALMENO LA RETROATTIVITÀ”

Iva sulla patente, è stangata (anche) retroattiva. Duro il commento di Conftrasporto-Confcommercio sull’interpretazione che l’Agenzia delle Entrate ha dato all’ultima sentenza della Corte di giustizia europea. Che prevede non solo il pagamento dell’Iva per i futuri patentati, ma anche il recupero dell’imposta a carico di chi ha preso la patente negli ultimi 5 anni.

 

“La burocrazia europea matrigna colpisce retroattivamente milioni di giovani italiani – afferma il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè – Un intervento che contribuirà ancor più a mettere a rischio la credibilità delle istituzioni burocratiche europee”.

 

“I nuovi patentati si vedranno costretti a ricorrere a soluzioni alternative, a discapito della sicurezza - prosegue Uggè – Chiediamo perciò al Governo un intervento urgente perché almeno il recupero della parte retroattiva non venga preteso”. 

 

“Auspichiamo che la questione si risolva con il minor danno possibile per i cittadini e soprattutto per i giovani”, conclude il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio.

06 settembre 2019

Comunicato Stampa UNASCA